Fri 9th June 2017 - 14:54

Caso di studio: il progetto Create-IN

OEE ha intervistato Tanja Stjepanovič, direttrice del Prava poteza Institute. Tanja ha lavorato come coordinatrice del progetto Create-IN, il cui obiettivo era aiutare i giovani a mettere in evidenza il proprio lavoro e le proprie capacità sul mercato del lavoro. Il progetto Create-IN è stato considerato un esempio di successo e di buona prassi da parte della Commissione europea.

 

Ci parli del Prava poteza Institute.

Il Prava poteza Institute è un'organizzazione che sviluppa soluzioni TIC per l'e-learning e l'e-health, e che offre anche una formazione specialistica e di supporto gestionale. Forniamo anche consulenza agli enti locali e alle organizzazioni pubbliche e private nei settori dell'e-learning e dell'e-health.

Come è nata l'idea del Create-IN? Chi sono stati i vostri partner durante il progetto?

In Slovenia sono presenti ben 2.600 saloni di parrucchieri in cui i datori di lavoro sarebbero ben lieti di verificare il lavoro e le abilità dei candidati, prima di invitarli per un colloquio di presentazione personale. Lo stesso discorso è valido per le occupazioni creative all'estero (parrucchieri, stilisti, ecc.). Questo è il motivo per il quale abbiamo pensato che, per chi è in cerca di lavoro, sia importante sapere come presentare il proprio lavoro e le proprie conoscenze tramite un portfolio elettronico accessibile ai potenziali datori di lavoro.

La finalità dello strumento web Create-IN è quella di offrire ai giovani creativi un portfolio elettronico moderno, interattivo e di facile utilizzo in grado di aiutarli a presentare il proprio lavoro ai potenziali datori di lavoro attraverso video e fotografie. Il progetto, inoltre, offre ai datori di lavoro un modo semplice per trovare nuovi dipendenti.

I nostri collaboratori:

Qual è il valore dei portfolio elettronici per gli studenti e per chi è in cerca di lavoro?

I portfolio elettronici forniscono una panoramica completa dei candidati, incluse le attività, i traguardi, la formazione e le aspirazioni nei settori di cui fanno parte e in cui apportano la propria creatività. Questi portfolio possono includere foto delle proprie creazioni, video e materiali che li presentano attraverso le proprie attività, il proprio lavoro e creatività. I portfolio elettronici possono essere totalmente liberi e non convenzionali, lasciando spazio alla creatività personale, e non limitandosi a stilare un curriculum. Un buon portfolio elettronico può contribuire a fornire un'ottima prima impressione in fase di assunzione e consente di ricorrere a presentazioni multimediali, in modo che i datori di lavoro possano valutare con accuratezza l'abilità creativa del candidato.

Quali sfide avete dovuto affrontare durante l'attuazione del progetto?

Tra le maggiori sfide a cui abbiamo dovuto far fronte, abbiamo dovuto motivare gli studenti a scrivere i propri portfolio elettronici, riunire i partner del progetto e convincere i futuri datori di lavoro a iniziare a considerare il portfolio elettronico come una valida candidatura e referenza. 

Qual è il più bel ricordo legato a questo progetto?

Se devo sceglierne solo uno, è sicuramente il modo in cui ci siamo divertiti girando il video promozionale, quando tutti hanno lavorato insieme per creare qualcosa di speciale. È stata un'importante esperienza di crescita per noi. Un altro ricordo indimenticabile è stato la visita ai partner del progetto nel Regno Unito e nei Paesi Bassi.

 

Per saperne di più sul progetto Create-IN

Create-IN su Facebook

 

Argomenti:
Portfolio elettronico
Risorse Didattiche Aperte
Aiuto linguistico